7 luglio 2015

Innocent Couture, Christian Dior Fall 2015



Più che un "copriti che fa freddo" è un "copriti, altrimenti si vede troppo". A colpo d'occhio è quello che si pensa di fronte alla Couture di Raf Simons per Christian Dior. Cappotti affascinanti, morbidi e oversize, maniche e gonne lunghe, talvolta sopra al ginocchio ma senza perdere l'innocenza. Per bene, pura, timida è la ragazza del prossimo autunno inverno in una Couture puritana e semplice. La chicca è il cappotto con una sola manica,per di più di pelliccia, al collo il tweed perchè sì, fa freddo. Simons stavolta si ispira alla pittura fiamminga e ai couturier francesi (ma va?) in un'eterna citazione di se stesso e di Monsieur Dior.

 Keywords: "The Garden of Earthly Delights" by Bosch. Flemish school. Pointillism. Puritanism. Coats. Gothic.


It's a "Let's cover yourself, you can't show too much" more than a "Baby it's cold outside". That's the first impression about this Raf Simons x Dior Couture. Fascinating coats, soft and oversized, long sleeve and skirts, even under the knee but without losing innocence. Good girl, pure, shy...it's this Dior girl for Fall 2015 wearing a simple and puritan Couture. The gem is the only one sleeve coat, the one in fur, then the tweed collar because yes, it's cold outside. Simons get the inspiration from Flemish painting and French couturier in an eternal mention at himself and at Monsieur Dior.

6 luglio 2015

Le dee greche da Atelier Versace, Haute Couture Fall 2015

Dee greche, donne romantiche e guerriere di Game of Thrones. Sono le anime della collezione Atelier Versace, l'Haute Couture di Donatella. "E' una collezione romantica, non sono un pezzo di legno tutto il tempo!" dichiara Donatella Versace che per il prossimo autunno inverno ha messo da parte l'anima sexy e un po' aggressiva della maison per una collezione che alla prima occhiata pare scesa dalla passerella di Alberta Ferretti o Elie Saab. Pare. Pare ma non è decisamente di qualcun altro che non sia Versace: inconfondibili i corsetti, i ricami, l'allure sempre sensuale e combattiva allo stesso tempo. Sulla testa delle top model una ghirlanda di fiori, che ricorda le ragazze ai festival musicali, per non perdere l'aria sbarazzina. Pesca, grigio, lavanda e menta i colori prediletti dalla signorina romantica Versace, senza dimenticare il nero, più famigliare per Donatella. 

Keywords: Seventies. Hippy. Greek Goddesess. Veruska. Game of Thrones. Pastels. Flowers.


Greek goddesses, romantic women and warriors of Game of Thrones. These are the souls of Atelier Versace's collection, the Haute Couture of Donatella. "It's a romantic collection, I'm not a piece of wood all the time!" Donatella Versace says; for the coming autumn and winter has set aside the sexy and a little aggressive soul of the fashion house for a collection that at first glance seems to come down from the catwalk of Alberta Ferretti and Elie Saab. Apparently. But only apparently because it couldn't be that Versace: unmistakable corsets, embroidery, the sensual allure always combative and sensual at the same time. On the head of the supermodel a garland of flowers, reminiscent of girls at music festivals, not to miss the jaunty air. Peach, gray, lavender and mint colors favored by a romantic Ms.Versace, not to mention the black, more familiar to Donatella.