20 agosto 2013

What's my age again? How to dress in the next season.

Ho letto questo articolo molto interessante su vogue.com. riguardo lo stile del prossimo autunno e inverno. Mancano poche settimane a settembre e, devo dirlo, le uniche cose che tirano su sono le uscite di settembre di Vogue. Da lì in poi potremmo capire come si muove la moda delle prossime stagioni. Le settimane della moda non bastano. In quell'articolo ho letto un'osservazione molto interessante su come dalle passerelle emerga una spaccatura tra lo stile teen e quello classico e austero. Scommetto di non essere stata l'unica a mettersi le mani ai capelli durante la visione dell'ultima collezione di Givenchy ed ad urlare al sacrilegio davanti alle creazioni di Hedi Slimane per Saint Laurent Paris. Mettendo da parte il gusto personale, la tendenza è quella di vestirsi come se facessimo ancora tutti il liceo. Tutti tornati all'età della ribellione. No, non come Avril Lavigne che ha perso il conto dei suoi anni e gira ancora come una quindicenne, piuttosto come Kurt e Courtney. Grunge. E anche punk, visto il MET Gala. Carine Roitfeld a cinquantotto anni sfoggia una felpa con Bambi sul tappeto rosso del MET. Fuori luogo? Non proprio. E' quello che la moda suggerisce. Smells like teen spirit.
Dall'altra parte troviamo le linee classiche e austere di una donna rigorosa ed elegante, che lascia poco spazio alla praticità di una felpa. Siamo anche in periodo di Summer Jamboree giusto? Non ho mai apprezzato l'evento, non avendo mai capito perchè mai la gente debba divertirsi a vestirsi come negli anni in cui una donna doveva solo cucinare e pulire per un uomo. Non che non mi piaccia lo stile cinquanta e sessanta, semplicemente non vorrei vivere in un'epoca in cui non posso navigare, twittare e rimanere single fino a trent'anni senza essere considerata acida zitella. Ma non è solo un ritorno al vintage, dalle passerelle emergono anche note di futurismo nei tagli. Amo guardare sempre avanti e mi piace vivere e vestire la mia epoca. Con tutti i difetti che i leggings e i pantaloni a vita bassa mettono in risalto. Tavi Gevinson (quattordici anni) con i capelli grigi ve la ricordate? Vogue america aveva anche dedicato spazio alle donne che scelgono il grigio e che si tingono i capelli di grigio prima dei trent'anni. La tendenza è capovolgere dunque. Vestiti con vestiti NON ADATTI alla tua età. Crisi d'identità. E' comunque tutto molto divertente. Ma non riesco a schierarmi. Sono anche io a metà strada tra il comprare felpe Zoe Karssen che fanno decisamente high school (acquisto net-à-porter favoloso tralaltro),  e il frugare tra l'armadio di mia nonna e rubare maglioni oversize.
C'è un'espressione che io e la mia migliore amica utilizziamo quando ci troviamo davanti queste ragazzine con le gonne lunghe, sneakers e t-shirt con taglio improponibile e magari anche un bel cappello e un paio di occhiali da sole tondi. Tipo Cara Delevingne. L'espressione che usiamo è "tipo ASOS". Dress like ASOS or TOPSHOP. Quindi le strade sono due: o vi munite di cappotti di un'eleganza disarmante oppure andate in giro come se foste uscite dal catalogo di ASOS (Asos, io non ti sto offendendo. Non sei tu, sono io.). Che Dio ci salvi e ci porti altri trend o altre correnti. Ma ormai è la fine, l'esercito degli adolescenti è già tra di noi.


I read this very interesting article on vogue.com about the style of coming autumn and winter. Only a few weeks in September and I must say, the only exciting things are the September issues of Vogue. From then we could understand how it moves the fashion of the coming seasons. Fashion weeks are not enough. In that article I read a very interesting observation on how to emerge from the catwalks a rift between the teen and the classic and austere style and austere. I bet I was not the only one to be in despair on the view of the latest collection by Givenchy and screaming in front of the sacrilege to the creations of Hedi Slimane for Saint Laurent Paris. Putting aside personal taste, the tendency is to dress as if we were all still in high school. All returned at the age of rebellion. No, not like Avril Lavigne who has lost the count of his years and still runs like a fifteen, rather like Kurt and Courtney. Grunge. And even punk, seen the MET Gala. Carine Roitfeld at fifty-eight wore a sweatshirt with Bambi on the red carpet of the MET. Out of place? Not really. It's what fashion suggests. Smells like teen spirit. 

On the other hand, we find the classic lines of a rigorous, austere and elegant woman, which leaves little room for the comfort of a sweatshirt. We are also in a period of Summer Jamboree right? I never appreciated the event, having never understood why people should have fun to dress as a woman in the years when they just had to cook and clean for a man. Not that I do not like the style of the fifties and sixties, I just don't want to live in an age where I can not use Internet, not to tweet and not to stay single until thirty years without being considered sour spinster. But it is not only a return to vintage, emerging from the catwalks also notes in denominations of futurism. I love to always look forward and I like to live and dress my age. With all the flaws that the leggings and hipster highlight. Do you remember Tavi Gevinson (fourteen years old) with gray hair ? Vogue America had also devoted a space to women who choose the gray and dye their  hair gray before the age of thirty. The trend is therefore flip. Dressed in clothes not suitable for your age. Identity crisis. It's, however, funny. But I can't take sides.
There is an expression that me and my best friend we use when we face these girls with long skirts, sneakers and t-shirt with an  impractical cut and maybe even a nice hat and a pair of round sunglasses. TLike Cara Delevingne. The term we use is "like ASOS." Dress like ASOS or Topshop. So the roads are two possibilities: either you armed with coats of disarming elegance or go around as if you were outputs from the catalog of ASOS (Asos, I'm not insulting you.It's not you, it's me.). God save us and bring us other trends or other currents. But now is the end, the teenagers army  is already among us.



2 commenti:

Lorenzo Bises ha detto...

Mi piace tanto quando spieghi la moda, hai un tatto leggero e di gusto.

Ps: quei cappotti in stile anni '40, quelli sono un pezzo immancabile.

Un abbraccio

L.

Stacey ha detto...

Gorgeous selections!