6 febbraio 2012

Intervista a Katerfrancers, quella che "Pompa nelle casse"

Katerfrancers by Kristina Babusci
"La tipa pompa nelle casse", "E' proprio bona" sono solo due dei commenti divertenti o semi osceni che possiamo leggere sotto il video di "Pompo nelle casse" su Youtube. Per chi non conoscesse i Power Francers, sono un gruppo composto da tre ragazzi abruzzesi (come me), Antonio (con la barbetta) "GoldenTrash", Davide"Pacchiani" e Caterina "Katerfrancers".Nel 2010 i Power Francers firmano con Flat Frog, diventano popolari grazie a "Pompo nelle casse", incidono “Rissa”, il singolo “Disco Boy” ed entrano nella top 10 di iTunes Dance Italia. A Marzo del 2011 è uscito l’ep di Katerfrancers “Bonita” e, a Luglio dello stesso anno, il trio si è esibito sul palco di Campovolo 2.0 come opening act di Ligabue. I Power Francers hanno recentemente partecipato a Sanremo Social con il nuovo pezzo "Mamma", ma non ce l'hanno fatta (Morandi non pompa nelle casse).

video
La prima volta che ho ascoltato la loro musica ho pensato che fossero un'altra trovata trash di un mercato musicale ormai alla deriva. Per gli amanti del rap, l'hip hop e l'rnb, vedere o meglio sentire la propria musica diventare un cumulo di beat dance e testi osceni non è stato proprio il massimo, ma successivamente ho capito che tutti prima o poi saremmo diventati dei "tamarri", come cantano Pacchiani e Golden Trash in "Disco boy": "Disco boy, disco boy sei in ognuno di noi". Ed ho anche smesso di vergognarmi quando ascolto musica "tamarra" in macchina. Perchè per me e molti altri questo è semplicemente un modo per prendersi poco sul serio e dimenticarsi della serietà per qualche minuto abbandonandosi a qualche beat travolgente. A volte Jersey Shore e la musica che sentiamo passare in radio ci danno una sola parola d'ordine, divertimento. Ed è proprio questo che fanno i Power Francers, si divertono e fanno divertire gli altri. La loro esperienza dimostra che in Italia c'è anche spazio per una musica diversa e magari poco convenzionale, non solo per i vari Gigi D'Alessio e Valerio Scanu. Anche se c'è chi sottolinea che la musica dei Power Francers sia la "rovina della musica". E proprio con Caterina, Katerfrancers ho avuto la possibilità di chiacchierare. Il suo stile è molto più vicino alle influenze hip hop ed a Nicki Minaj più di quanto sia vicina a Snooki di Jersey Shore.
-Fashionismyway: Come sono nati i Power Francers?
-Katerfrancers: I Power Francers sono nati da un'amicizia che ci lega dall'infanzia. Dopo scuola ci vedevamo in uno studietto ricavato in casa di Antonio "Golden Trash" e facevamo musica, prevalentemente hip hop e rap. Lo studio nel quale lavoriamo oggi è ancora lo stesso ma con qualche importante modifica (ride) . Dal rap ci siamo lentamente spostati verso influenze elettroniche... e noi siamo rimasti amici inseparabili come agli inizi.
Katerfrancers by Emanuela Bava
-F: Musicalmente, chi ti ha influenzata di più?
-K: Ascolto di tutto, sono una ammiratrice del rap ben fatto ed espressivo come quello di Kaos One o di Ghemon Scienz, ma "subisco" le influenze di cantanti come M.I.A , Maluca , Nicki Minaj , anche se magari sono inarrivabili.
-F:Qual è il termine esatto per definire la vostra e la tua musica?
-K: Non abbiamo ancora creato questo neologismo. Ci vorrebbe un super termine, nella nostra musica c'è un po' di rap, molte sonorità elettroniche, un po' di pop, tantissimi colori, mille accessori ed un quintale di risate a brano. Forse "elettrofluopoprap"? (ride)
-F:Come reagisci ai commenti cattivelli e spesso osceni che i simpaticoni lasciano su Youtube?
-K: Con il sorriso. Alcuni sono simpatici davvero, altri fanno tenerezza, altri mi sono indifferenti . Sicuramente non ne sono stupita perchè avendo scelto di "mettermi in mostra" non posso far finta di non capire da dove provengano le critiche. Va benissimo così.


Katerfrancers 

-F: Chi è Katerfrancers?
-K: Katerfrancers è la Caterina di tutti i giorni solo con più di accessori. (Ma non troppi di piu', la mia normalita' sta sul filo del rasoio tra zeppe-borchie-tuta). Katerfrancers è sicuramente piu' sicura di Caterina, piu' sfrontata e con meno insicurezze. Caterina è una ragazza normalissima con una vita un po' piu' impegnata del comune, in eterna ricerca di un punto d'incontro tra la normalita' e la vita nella musica, perchè purtroppo la seconda non da molte sicurezze .
-F: Parliamo del tuo stile...ti definiresti tamarra?
-K: (ride) No. Sicuramente ho uno stile vistoso, non mi piacciono le cose troppo lineari, non adoro i colori tenui, mi piacciono gli accessori. Adoro la moda in ogni aspetto e nell'eccesso ancora di piu' . Riconosco le cose brutte e di cattivo gusto, le tamarrate sono altre.
-F: Hai qualche icona di stile, c'è qualche personalità che ti influenza particolarmente?
-K: Sinceramente non seguo lo stile di nessuno. Adoro guardare, curiosare nelle collezioni, nei giornali, in tv , ovunque. Adoro la moda in ogni sua sfaccettatura. Adoro lo stile di tantissime. Provo un nome a caso tra i mille che ho in testa ..Amber Rose!
-F: Hai qualche mania particolare? 
-K:
Scarpe, scarpe e scarpe. Ultimo acquisto: Jeffrey 

Campbell modello Lita Spike.


video

Yours Cristina L

6 commenti:

Lollo B. ha detto...

che tipa ragazzi, sicuramente molto convinta di quello che fa, caratteristica che la rende ammirabile. Poi lo stile, pazzesco, mi è piaciuta la sua autoironia e la sicurezza che elargisce.
Mi piace, brava.

E complimenti al post e all'idea davvero carina.

CHEAP and GLAMOUR ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Edoardo Perni ha detto...

Esula un po' dai tuoi classici psot ma è bello anche variare e soprattutto, almeno per me, scoprire qualcosa che non sapevo dal momento che non avevo idea neppure dell'esisteza di questa canzone.

http://fashiondoesntexist.blogspot.com/

Syrious ha detto...

bella questa intervista! lei esteticamente è davvero un bella ragazza! diciamo che ha uno stile molto particolare ma la sua sicurezza è davvero profonda.
Il fatto che sia cosi autoironica è davvero topo (lei si che pompa nelle casse) ahahahah ho anche amato il "morandi non pompa nelle casse"
baci

CRZCproject ha detto...

il suo stile non mi fa impazzire e nemmeno la sua musica (troppo da trip da acidi in discoteca)! ma l'intervista mi piace, scritta molto bene!
bel blog!!
http://www.crzcproject.com/

CHRISTINA KEY. ha detto...

Nice post! :) Just a great inspiration!

Hey do u want to follow my blog!
I would be so happy dear! x)


XX