31 gennaio 2011

"Liberami da questo Libro" Maria Cristina Folino

La ragazza che ho intervistato preferisce non pubblicare sue foto, forse è timida o forse vuole rimanere in incognito. Maria Cristina Folino ha scritto la sua prima storia ad otto anni, insomma ottima personalità degna di una delle mie strambe e brevi interviste. Salernitana, collabora con tre testate ed ha già pubblicato un libro di poesie "Ali di Gabbiano". Appassionata di letteratura, ama i poeti decadenti, è laureata in lettere e continua a studiare. E' da poco uscito il suo e-book "Liberami da questo libro" (progetto paroleindipendenti edizioni "Il Pavone").
C.L: Parlaci un pò del tuo libro "Liberami da questo libro!"...
M.C. Folino: "LdqL!" è una storia fantasy il cui incipit avviene nell'antico villagio di Loch, e narra di una misteriosa creatura che s'annida tra le pagine del libro: sarà compito del lettore liberarla dalla sua lunga prigionia, attraverso un percorso in sette tappe che lo porterà a sconfiggere un essere malvagio, il perfido Rutantruono, e a scoprire il valore dell'immaginazione. Durante la lettura dello pseudo-manuale di creatività interno al libro, sarà possibile visitare nuovi luoghi, dare forma e colore al proprio mondo interno e inventare nuove stravaganti parole, tutto con l'aiuto del pensiero- guidati, ovviamente, dalla creatura nascosta nel libro.
C.L: Sembra molto interessante, soprattutto molto originale. E' il tuo primo romanzo? Cosa ti ha spinto a pubblicarlo?
M.C. Folino: La mia prima pubblicazione è stata la raccolta di poesie "Ali di Gabbiano" (Aletti Editore). Tuttavia ho sempre desiderato creare una vera e propria fiaba, tutta mia, con la quale comunicare al lettore la necessità di usare l'immaginazione, per cui ho deciso di pubblicare anche "Liberatemi da questo Libro!"
C.L: Qual'è il genere letterario che preferisci?
M.C. Folino: Anche se non si direbbe mi piacciono i romanzi gialli e d'azione: sono i due generi nei quali sicuramente non riuscirei al meglio.
C.L: Da dove nasce la passione per la letteratura?
M.C. Folino: L'amore per i classici mi è stato trasmesso dai miei genitori sin da bambina, ho sempre amato Dante, ho cominciato ad amare Foscolo e Pascoli al liceo- e già adoravo Verne e Stevenson. All'università mi sono imbattuta in autori come Shakespeare e Baudelaire ed è stato amore a prima vista.
C.L.: Essendo un blog di moda, non potrai evitare domande riguardanti lo shopping. Cosa preferisci comprare?
M.C. Folino: Per attirare la mia attenzione, un abito o un accessorio devono possedere qualcosa di speciale e insolito, altrimenti preferisco astenermi dall'acquisto. Non dedico molto tempo allo shopping, ma mi piace, ogni tanto, rifarmi gli occhi con lustrini e paillettes, ricami e charms: non tutti meritano, però, di essere acquistati.
C.L: Hai qualche preferenza? Stilisti, brand, negozi...
M.C. Folino: No: secondo me qualunque capo sufficentemente originale è degno di attenzione, a prescindere dalla marca.
C.L: Ultima domanda ma non meno importante, perchè dovremmo leggere "LdqL!"?
M.C. Folino: Per scoprire di avere una fantasia più grande di quel che pensate.
Nobile motivo a mio parere ;)
Potete acquistarlo qui: http://shop.edizioni-ilpavone.com/
Per ulteriori informazioni su Maria Cristina...
Yours Christine Lilwood

24 gennaio 2011

Kill me John (Galliano), i just want to live this dream in Heaven

The week of biggest dream begin today. In Paris as always, only in Paris. John Galliano tooks on catwalk Dior Haute Couture, based, this year, on René Gruau (Illustrator) work who collaborated from Christian Dior. All the collection is completely a "draw". It's like missing a step from draw to catwalk. Karlie Kloss opened the show with a fabulous tulle coat that seems to use the "chiaroscuro" (light ans shade) technique, red to black, and (always used by John) red false eyebrows. La settimana dei sogni più grandi inizia oggi. A Parigi come sempre, solo a Parigi. John Galliano porta in passerella Dior Haute Couture, basata, quest'anno, sui disegni di René Gruau, illustratore che lavorò con Christian Dior. Tutta la collezione è un completo disegno. E' come se mancasse un passo dal disegno alla passerella. Karlie Kloss anche quest'anno apre la sfilata, con un favoloso cappotto di tulle che sembra interpretare la tecnica del "chiaroscuro", dal rosso al nero e (sempre usate da John) le sopracciglia rosse disegnate.

Yours Christine Lilwood
inspired from an Hilary Alexander articles

23 gennaio 2011

Versace Spring 2011 campaign

Abbey Lee Kershaw is the face of Versace Spring 2011 campaign by Mario Testino. Something about future and something still remember the Gianni view of women. Greek mood, sexy cuts and pieces of skin come out. Abbey is in the centre of two half naked BLONDE (blonde like Donatella) young men, everything is very sexy and simple, like in the Testino and Versace mood. Abbey Lee Kershaw è la protagonista della campagna primaverile Versace firmata Mario Testino. C'è qualcosa di futuristico e qualcosa che torna alla visione di Gianni Versace. Greek mood, tagli sexy che fanno intravedere la pelle. Abbey è al centro di due ragazzoni biondi (biondi come Donatella), tutto è molto semplice e sexy nel perfetto mood Testino+Versace. Yours Christine Lilwood

16 gennaio 2011

Something about men

Ermenegildo Zegna Milan A/I 2011-12 Trussardi 1911 Florence A/I 2011-12Burberry Prorsum Milan A/I 2011-12 Backstage Dolce&Gabbana Milan A/I 2011-12




Yours Christine Lilwood

image by DOLCE&GABBANA FACEBOOK FAN PAGE, VOGUE.COM

7 gennaio 2011

Emmanuelle Alt new director of Vogue Paris

After a lot of names and rumors (and post on this blog!) we finally knows who is the Vogue Paris director. Emmanuelle Alt after 10 years of fashion editing at the magazine (and other many years working on ELLE and other magazine) will be from February 1 the director. It was announced by Xavier Romatet, Condè Nast France president, so this is official!FINALLY!
Dopo tanti nomi e pettegolezzi (e post su questo blog) finalmente conosciamo il nome del prossimo direttore di Vogue Paris. Emmanuelle Alt dopo 10 anni di fashion editing alla rivista (e molti altri anni ha lavorato per ELLE ed altre riviste) sarà dal prossimo primo Febbraio direttrice. E' stato annunciato poche ore fa da Xavier Romatet, presidente di Condè Nast francia, quindi possiamo affermare che la notizia è ufficiale!Teatrino finito, finalmente!
Yours Christine Lilwood

Gucci SS2011 campaign

The SS 2011 Gucci campaign by Mert Alas & Marcus Piggot is full of color. A pool and some blue can never lacking in a Gucci campaign. Pools and beautiful models super tanned. Maybe not so tanned as Snooki and Pauly D!As seen in the show, Gucci plays much with color blocking and colors like green and orange. La campagna pubblicitaria estiva Gucci firmata da Mert Alas e Marcus Piggot è piena di colori. Quello che non manca mai in una campagna estiva Gucci è una favolosa piscina e dell'azzurro. Piscine e splendidi modelli super abbrozzanti. O forse non troppo abbronzati come Snooki e Pauly D! Come visto alla sfilata, quest'anno Gucci ha giocato molto col color blocking e l'accostamento di colori come l'arancione ed il verde. Yours Christine Lilwood

3 gennaio 2011

Louis Vuitton SS 2011 campaign

Steven Meisel signs the SS2011 Louis Vuitton's campaign with Raquel Zimmermann, Freja Beha Erichsen and Kristen McMenamy. In this preview we can see one of the trend of next season, color blocking. The campaign is devoid of the famous monogram and of any L combined with V, sign of renovation or maybe breaking of patterns, typical chez Marc Jacobs' mind. There is a strong Oriental influence and we can't wait to see more.Steven Meisel firma la nuova campagna P/E 2011 di Louis Vuitton che vede protagoniste le modelle Freja Beha Erichsen, Raquel Zimmermann e Kristen McMenamy. Nell'anteprima della campagna possiamo notare uno dei trend della prossima stagione, il color blocking e la totale assenza del monogram o di qualsiasi L assieme ad una V. Segno di rinnovamento o rottura degli schemi, davvero frequente chez Marc Jacobs. E' forte l'influenza orientale. Non vediamo l'ora di vedere di più.

Yours Christine Lilwood.
fonti verycool.it