14 luglio 2010

13 anni fa moriva Gianni Versace.

Tredici anni fa a Miami moriva un pezzo di storia. Tredici anni fa veniva assinata la moda italiana. Millenovecentonovantasette. Da quella data tornando indietro di diciasette anni la moda italiana aveva conosciuto e si era modificata sulla scia di un calabrese rivoluzionario, un genio artistico indiscusso. Gianni Versace. Pelle, gomma, seta, metallo le sue armi, top model come soldati e la passerella il suo campo di battaglia. Lui che aveva capito che nella moda non bisognava aver paura di osare, di venir fuori. Gianni che creò le leggende. Le sue muse Naomi, Christy, Cindy,Claudia, Linda i miti che lui aveva creato e che ancora oggi calcano passerelle e dominano copertine. Madonna la sua fan ed amica. L'uomo che ha portato la creatività della moda italiana all'estremo, l'uomo che ha portato il sesso ed il lusso nella moda veniva assasinato tredici anni fa concludendo un'era e lasciando correre il mondo della moda che stava, inevitabilmente, cambiando.



Yours Christine Lilwood

Nessun commento: