19 dicembre 2009

PE 2010: A volte ritornano

Personalmente, è qualcosa che ho sempre considerato una prerogativa della sera, un abito da occasione, rigorosamente lungo. Vedere dallo street style e dalle recenti collezioni PE 2010 il ritorno della gonna lunga come abbigliamento di rito mi turba alquanto. Qualche tempo fa abbiamo osservato come la modella Anja Rubik abbia sfoggiato un lungo abito di shiffon marrone, firmato Chloè in pieno giorno, destando da una parte grida di gioia per la novità, ma dall'altra assoluti dissensi. Ora invece la long skirt compare valorosa nelle collezioni di numerosi stlisti. Eccovi alcuni esempi, giudicate.

Ann Demeulemeester la propone dritta, lunga fino ai piedi, colore neutro o stampa fantasia, rigorosamente black and white, abbinata con corsetti di pelle nera o maxi cinturoni che riportano tanto all'idea dei vecchi panciotti da uomo.

Per Hermès la gonna si fa più vaporosa, in plisset dai toni caldi, più somigliante ad un abbigliamento da spiaggia di lusso, e a dire la verità, lo preferisco all'interpretazione "serious".

Dolce & Gabbana infine la considerano ancora un accessorio di maggiore eleganza e ridotta portabilità in fatto di occasioni. La gonna si allunga molto fin sotto il ginocchio, acquistando però in trasparenza e sensualità. Shiffon, reti e bustier di pelle la rendono sicuramente più impegnativa.

In ogni caso, dubito fortemente che i consensi generali bastino a mettere da parte minigonne (forse troppo mini) e tubini al ginocchio per far posto a gonnone log dress, per quanto possano fare effetto.

Yours, Morphine Jude.

Images by Style.it

Nessun commento: